domenica, Settembre 26, 2021
HomeTrasportiBritish Airways, l'ultimo B747 "conservato" per la storia

British Airways, l’ultimo B747 “conservato” per la storia

Era entrato a far parte della flotta British Airways il 20 gennaio 1999, uno degli ultimi ricevuti dalla Compagnia, con la “matricola”, in gergo aeronautico “marche, G-BYGC e come tutti i 747 britannici sarebbe dovuto rimanere in servizio sino al 2023 se la pandemia Covid-19 non avesse sconvolto anche l’industria del trasporto aereo. Parliamo del Boeing 747-436 “prescelto” per essere conservato a testimonianza di una gloriosa storia. Uno di quei popolari Jumbo, che per poco meno di 50 anni, nelle varie serie prodotte e in servizio in Gran Bretagna, hanno costituito la spina dorsale dei servizi intercontinentali della Compagnia di bandiera britannica, una delle indiscusse cosiddette “Major” del mondo. Il Boeing 747 con i colori BOAC (British Overseas Airways Corporation) volò per la prima volta da Londra a New York il 14 aprile 1971.

British Airways venne fondata proprio nel 1971 dalla fusione delle due principali compagnie aeree britanniche del tempo, BOAC e BEA (British European Airways, dedicata voli a breve e medio raggio) più altre due piccole compagnie aeree regionali, Cambrian Airways e Northeast Airlines, rispettivamente basate a Cardiff e a Newcastle upon Tyne. Il 31 marzo 1974 le quattro compagnie furono unite in British Airways, che iniziò le operazioni il giorno successivo. Dopo tredici anni di proprietà completamente statale, parte della compagnia fu privatizzata. British Airways iniziò ad espandersi nel 1987 con l’acquisto di British Caledonian, e nel 1992 con l’acquisto di Dan-Air, compagnia basata all’aeroporto di Londra Gatwick.

Diversamente dai suoi confratelli in forza a British Airways “messi frettolosamente a terra” per l’improvvisa mancanza di passeggeri che non poteva in alcun modo giustificare gli alti costi di gestione, G-BYGC non ha subito l’onta del destino della demolizione o dell’accantonamento per la vendita ad un possibile acquirente per la auspicabile trasformazione in velivolo cargo, o tuttalpiù per un servizio charter di non cero alto livello. Il 747-436 G-BYGC ha appena compiuto il suo ultimo viaggio dall’aeroporto di Cardiff, nel Galles, al Dunsfold Aerodrome, ora “sua nuova casa” presso eCube Solution nella Vale of Glamorgan, South Wales. Qui sarà conservato a ricordo del passato a favore delle future generazioni. eCube Solutions è il principale fornitore di servizi di smontaggio e fine vita degli aeromobili basato sul business park.

Il Boeing 747-436 G-BYGC, ridipinto nel 2019 con la storica livrea “Gold Speedbird” di BOAC  per celebrare il centenario di British Airways, ha volato attorno a questa zona panoramica della costa del gallese prima di atterrare presso Bro Tathan, il business park di 1.200 acri del Governo gallese appunto nella Vale of Glamorgan, dove è stato accolto da un pubblico di invitati tra cui numerosi equipaggi British Airways di cabina che hanno assistito e servito i passeggeri per cinquanta anni a bordo dei Jumbo Jet.

Dall’entrata in flotta British Airways a inizio 1999, il Boeing 747-436 G-BYGC ha operato 11.049 voli e ha volato per 91.023 ore su quasi 45 milioni di miglia. Il suo ultimo volo passeggeri è stato da San Francisco a Londra Heathrow il 4 aprile 2020. Il ritiro della flotta 747 di British Airways è stato infatti anticipato di diversi anni a seguito della pandemia Covid-19.

L’equipaggio di volo per questo ultimo viaggio era composto dal capitano Al Bridger, British Airways Director of Flight Operations, dal capitano Rich Allen-Williams, dal capitano Di Wooldridge e dal capitano Arun Sharma. I quattro “piloti” hanno viaggiato con una limitata apposita produzione di valigie a mano marcate BOAC realizzate appositamente dal luxury travel brand Globe-Trotter appunto per commemorare l’ultimo viaggio del 747. Prendendo ispirazione dall’iconica livrea dell’aereo, le valigie sono state realizzate a mano in Inghilterra e incorporano l’iconico stemma “Gold Speedbird” e un prezioso frammento di uno dei Boeing 747 di British Airways in pensione.

“Questo ultimo viaggio del 747 è un momento agrodolce per le molte migliaia di clienti e membri dell’equipaggio di British Airways che hanno volato per il mondo su queste “Queen of the Skies” negli ultimi cinque decenni – ha dichiarato Sean Doyle, CEO di British Airways – e mentre ci mancherà sicuramente la loro maestosa presenza nei cieli, sapere che il nostro ultimo 747 sarà preservato per le generazioni future e che potrà godere in una nuova casa in Galles ci dà un grande senso di orgoglio ed è una conclusione appropriata per questo capitolo della storia di British Airways”.

Peter Dunsford, eCube Solutions Managing Director, ha dichiarato: “eCube Solutions è lieta di ricevere l’ultimo 747 di British Airways. Questo aereo iconico ha molti fedeli ammiratori e Noi possiamo assicurare a tutti che questo velivolo sarà preservato con cura e continuerà ad essere utilizzato e apprezzato in molti modi diversi per molti, molti anni a venire”.

 

 

 

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments