Dalla sera di lunedì 14 dicembre prossimo e fino alle ore 15 di mercoledì 16 dicembre, gli impianti di distribuzione carburanti, sia in rete ordinaria che su viabilità autostradale, saranno chiusi per sciopero. Lo confermano in un comunicato congiunto le organizzazioni di categoria, Figisc/Anisa Confcommercio, oltre a Faib Confesercenti e Fegica Cisl.

“La chiusura si è resa indispensabile e indifferibile per impedire il fallimento delle gestioni che, escluse immotivatamente dai Decreti Ristori, sono destinate alla chiusura definitiva entro poco tempo. Nonostante le fortissime limitazioni imposte dai provvedimenti adottati dal Governo e alla mobilità – fa notare la Figisc Confcommercio – i gestori devono comunque mantenere aperti gli impianti anche di fronte alla precipitazione delle vendite o, peggio, in totale assenza di erogati. Le restrizioni nelle aree rosse hanno prodotto effetti simili al primo lockdown, con un crollo di fatturato del 50% sulla viabilità ordinaria e di circa il 70% su quella autostradale.

 

AGC GreenCom 11 Dicembre 2020 18:26