I treni notturni sono parte fondamentale dei trasporti europei, in particolare nei Paesi dell’Est. RegioJet (società privata  di trasporto passeggeri su ferro e su gomma della Repubblica Ceca con sede a Brno di proprietà di Student Agency, il cui azionista principale è Radim Jančura, n.d.r.) nell’estate 2020, nonostante la pandemia, ha infatti registrato un flusso di circa 65.000 passeggeri in 3 mesi sulle linee notturne appena aperte tra Praga e Fiume, in Croazia, con un’occupazione media oltre il 90% dei posti disponibili.

Allo stesso modo all’incirca 250.000 persone all’anno usano treni notturni RegioJet, oltre che in Croazia, in Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria, a cui seguirà nel 2021 un’espansione dei collegamenti con Polonia e Ucraina. Sulla linea Praga – Košice (Slovacchia) i posti occupati in media risultano l’85% di quelli totali.

Durante il viaggio notturno viene offerto un servizio comprendente wifi gratuito, cuccette e carrozze con letti, con prima colazione e ristoro gratuiti.

Inoltre, sempre in quelle fasce, RegioJet dispone di un servizio di trasporti su rete CEE InterCity, unendo Repubblica Ceca, Slovacchia, Austria e Ungheria, con un afflusso di 10 milioni di passeggeri annuali. Nel 2021 sarà previsto un ampliamento di questa rete.

AGC GreenCom 10 Dicembre 2020 14:11