L’impresa del superamento della “barriera del suono” avvenne ai comandi un allora avveniristico Bell X-1 decollato da una pista per voli sperimentali costruita già durante il secondo conflitto mondiale nel deserto del Mojave, in California. Il volo di Chuck Yeager, che allora aveva 24 anni, fu un successo, raggiungendo, per quei tempi, l’incredibile velocità di 1.225 Km/h ora alla quota di 13.700 metri. Un risultato fondamentale per l’intera industria aeronautica e spaziale.
Negli anni successivi, Yeager come pilota partecipò a missioni nel Sudest asiatico,  guerra del Vietnam compresa, e divenne uno dei piloti con più medaglie nella storia degli Stati Uniti. “Chuck” nella lunga carriera militare ebbe anche una parentesi cinematografica, facendo parte del cast di Uomini veri (The Right Stuff), film del 1983 diretto da Philip Kaufman e dedicato alla nascita della NASA e ai progressi ottenuti grazie ai primi collaudatori e astronauti.

 

AGC GreenCom 8 Dicembre 2020 11:04