L’Agenzia Spaziale Europea ( ESA) comunica che la missione BioAsteroid dell’Università di Edimburgo utilizzerà il Bioreactor Express Service per studiare come la gravità influenzi l’interazione tra microbi e roccia in un liquido a gravità ridotta, con il supporto dell’Agenzia spaziale britannica.

BioAsteroid si basa su una ricerca pubblicata di recente sull’esperimento BioRock che ha esaminato il modo in cui i microbi si sono comportati in diverse circostanze gravitazionali per estrarre risorse dalle rocce. Questi microbi potrebbero fornirci informazioni chiave sulla nostra strada per colonizzare la Luna e Marte.

Il progetto BioAsteroid è un ottimo esempio di come la collaborazione con partner commerciali possa accelerare drasticamente la ricerca. Ci sono voluti circa un decennio prima che il suo predecessore BioRock arrivasse dal concepimento alla Stazione Spaziale Internazionale e ritorno, mentre BioAsteroid viaggerà nello spazio entro un anno dal suo concepimento.

AGC GreenCom 5 Dicembre 2020 16:25