giovedì, Settembre 23, 2021
HomeEnergiaLa crisi climatica sta cambiando la società per 9 italiani su dieci.

La crisi climatica sta cambiando la società per 9 italiani su dieci.

Nove giovani italiani su dieci riconoscono che la crisi climatica stia modificando la società e, anche se solo il 19% si definisce ‘attivista’, il 74% si dice attento e interessato al tema. In particolare, il 50% ritiene che quello del clima sia il problema più urgente da affrontare, seguito dall’inquinamento (30%) e dal mondo animale (8%).

Sono soltanto alcuni dei dati che emergono da ‘Time to Question’, la mega-inchiesta realizzata da Arte in collaborazione con Nhk World Japan per capire come i giovani affrontano le questioni ambientali e climatiche, ma anche come vedono la società, l’economia e la politica del XXI secolo.

Oltre 400mila europei tra i 18 e i 35 anni nel maggio 2020 hanno risposto alle 132 domande del sondaggio online e un team di sociologi ha poi valutato più di 40 milioni di risposte raccolte.

I risultati di quello che è il più grande studio sociologico mai realizzato sulle questioni ambientali scaturiscono ora in una programmazione straordinaria disponibile gratuitamente in streaming e sottotitolata in italiano su Arte in italiano che comprende l’omonima serie di cortometraggi prodotti da Arte: 5 filmati di 7 minuti ciascuno per la regia di Henri Poulain che con animazioni, materiale d’archivio e interviste raccontano e illustrano i dati raccolti e offrono un nuovo sguardo europeo sulla protezione dell’ambiente.

La ricerca contribuisce così ad abbattere stereotipi come il fatto che i comportamenti sostenibili ed eco-compatibili siano un’esclusiva delle classi più abbienti: per il 77% degli europei (e il 73% degli italiani) l’ecologia non è una cosa da ricchi. Infatti dalla ricerca emerge  che i più precari sono due volte più toccati dai problemi ambientali e il 75% di loro compra bio.

Si parla poi di responsabilità individuale e abitudini da cambiare per il bene del clima: gli italiani affermano che per prendersi cura dell’ambiente hanno modificato i propri consumi (72%) e limitato gli sprechi (70%), valutato o scelto mezzi di trasporto più sostenibili (51%). 

Giuliano Longo
Direzione editoriale l'Unità, commissione parlamentare legge editoria 1980. CDA Sipra rai. Direzione comunicazione PCI. Amministratore delegato Paese Sera quotidiano. Direzione editoriale quotidiano Liberazione. Editore di Time out Roma. No Limits supplemento de l'Unità. Direttore editoriale free Press Cinque giorni successivamente Cinque Quotidiano
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments