ATAC annuncia che 40 operatori hanno vinto il bando internazionale per supportare l’azienda di trasporti romana nel potenziamento del trasporto pubblico, anche in vista di una possibile ripresa delle attività scolastiche, che comporterà un inevitabile incremento di traffico.

Il parco mezzi a disposizione di ATAC sarà integrato con un massimo di 1000 mezzi, tra mezzi urbani da 12 metri e interurbani e da granturismo, che serviranno principalmente le linee periferiche, in modo da dirottare il maggior numero di bus ATAC su linee più centrali.

ATAC spiega chealtri operatori stanno completando la domanda di qualificazione, con ulteriore incremento del bacino di mezzi potenzialmente disponibile. L’attivazione di questi servizi sarà effettuata secondo l’evoluzione dei fabbisogni che saranno individuati dalle autorità, in coerenza con l’evoluzione del quadro normativo e finanziario. Gli affidamenti possono avvenire in tempi rapidi, secondo le necessità che verranno di volta in volta individuate”.

La notizia arriva dopo che, qualche settimana fa, è stato pubblicato un rapporto di Legambiente Lazio, elaborato sui dati di ACI, ATAC, Istat e Agenzia per i Servizi Pubblici di Roma, che riporta un crollo di fiducia da parte dei cittadini dal 2014 al 2019 nei confronti di autobus e metro, con un -23%. Inoltre, in quel rapporto si legge che la presenza di metro e autobus, in relazione alla popolazione. è passata da 438,7 a 328 e che dal 2014 al 2018 la velocità commerciale di metro e tram è scesa da 13 a 10 km/h, insieme a quella di bus e filobus dai 19 km/h a 13,1 km/h, con una media nazionale che è, invece, di 16,4.

AGC GreenCom 1 Dicembre 2020 11:47