La prospettiva del ritorno nelle scuole di alunni e docenti apre dei grossi interrogativi, in particolar modo sulla loro sicurezza contro il possibile contagio da Covid-19, in quanto esposti ad esso, soprattutto i primi, sui mezzi pubblici e nel contatto ravvicinato tra di loro.

Per questo il segretario generale della Federazione Autonoma Italiana Sindacale degli Autoferrotranvieri, Internavigatori ed Ausiliari del Traffico (Faisa Cisal) Mauro Mongelli nella sua relazione di apertura del consiglio nazionale del suo sindacato ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Modifica al protocollo anti-covid, vaccinazione gratuita per i lavoratori ed  imponente azione di ammodernamento ed implementazione delle risorse e degli investimenti da destinare al trasporto delle persone a meno che non si sia orientati a scaricare tali gravosi costi aggiuntivi sulle famiglie italiane fruitrici di tali servizi”.

Mongelli ha poi continuato: “Non si può prescindere guardando per esempio alla riapertura delle scuole da interventi finanziari straordinari tangibili, che consentano misure eccezionali programmate e risolutive, con il concorso di altri dicasteri, Enti Locali e portatori di interessi”.

AGC GreenCom 1 Dicembre 2020 17:43