Oggi entrano in servizio i primi nove bus elettrici ad alta tecnologia, attraverso Newcastle e Gateshead, della sua nuova linea a “zero netto” di Go-Ahead. I mezzi attualmente in uso copriranno 300.000 miglia, ma il progetto, che prevede di coprire tutto il nord-est dell’Inghilterra sui servizi Go North East, punta a 55.000 viaggi all’anno per una copertura di quasi due milioni di passeggeri. L’azienda punta ad avere una flotta di bus “zero netto” entro il 2035.

Go-Ahead non è nuova a queste iniziative a favore dell’ambiente: già l’anno scorso aveva introdotto a Southampton aveva introdotto una serie di autobus per il filtraggio dell’aria dal particolato, vincendo il premio Fleet Champions per la sostenibilità. A Brighton inoltre sono stati portati 50 bus a due piani geo-recintati e a portata estesa che garantissero zero emissioni nella zona della città a emissioni ultra basse.

Tra le altre cose Go-Ahead sta trattando per quanto concerne il più grande ordine mai realizzato in Europa di mezzi pubblici a idrogeno su strada, che dovrebbero entrare in funzione a Crawley e Gatwick.

L’azienda possiede la più grande flotta di bus elettrici nel Regno Unito – i quali presentano servizi di Wi-Fi gratuito e di ricarica wireless e USB, nonché collegamento senza tap-on e tap-off –, che con questo investimento dovrebbe arrivare a 190 unità, mentre altri 70 entreranno in servizio a Londra entro aprile.

“Mentre cerchiamo di decarbonizzare i trasporti, livellando le economie locali nel nord-est, sono lieto di vedere i principali partner del settore sostenere attivamente le nostre ambizioni di porre fine al contributo del Regno Unito al cambiamento climatico entro il 2050”, ha detto il segretario ai Trasporti Grant Shaps, che aggiunge: “Proprio la scorsa settimana il Primo Ministro ha ribadito l’impegno del governo a investire 5 miliardi di sterline in autobus, in bicicletta e a piedi. E non è tutto: stiamo anche investendo 120 milioni di sterline per iniziare l’introduzione di almeno 4.000 autobus a emissioni zero, accelerando la decarbonizzazione della flotta di autobus, riducendo le emissioni di carbonio e migliorando la qualità dell’aria per tutti”.

L’amministratore delegato di Go-Ahead David Brown ha affermato: “La pandemia di Covid-19 ha messo a dura prova il Paese, l’economia e i trasporti pubblici, ma affrontare il cambiamento climatico rimane più importante che mai”.

Brown ha poi sottolineato l’importanza di un sistema di trasporti pulito al fine di rallentare il contagio del Coronavirus: “L’autobus sarà vitale per rimettere in piedi la Gran Bretagna, per ridurre le emissioni e affrontare l’inquinamento atmosferico, che molti esperti ritengono abbia contribuito alla gravità del virus che affrontiamo”.

L’ad di Go-Ahead conclude: “Il nostro investimento in autobus elettrici nel nord-est dell’Inghilterra e il nostro lavoro più ampio nella decarbonizzazione della nostra flotta segnala il nostro impegno a lavorare con il governo per mantenere il loro impegno a decarbonizzare i trasporti e ripulire l’aria che respiriamo”

 

AGC GreenCom 30 Novembre 2020 17:19