domenica, Settembre 26, 2021
HomeEnergiaL’omicidio dello scienziato iraniano Mohsen Fakhrizadeh spinge l’Iran ad accelerare sul nucleare

L’omicidio dello scienziato iraniano Mohsen Fakhrizadeh spinge l’Iran ad accelerare sul nucleare

Il ministro dell’Energia israeliano, Yuval Steinitz, parlando all’emittente pubblica Kan dell’assassinio dello scienziato iraniano Mohsen Fakhrizadeh ha affermato che si tratta di un fatto positivo per il mondo. “L’assassinio in Iran, chiunque ne sia l’autore, è utile non soltanto a Israele, ma all’intera regione a al mondo”, ha dichiarato. Le dichiarazioni sono state riprese da vari media israeliani, tra cui Times of Israel.

In contrapposizione alle posizioni Israele, peraltro accusata dell’omicidio  di Fakhrizadeh, oggi Il Parlamento iraniano ha approvato a stragrande maggioranza, in una sessione straordinaria, una mozione che esorta a discutere con “massima urgenza” un disegno di legge per espandere il programma nucleare del Paese e ridurre drasticamente la presenza dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), il che porterebbe Teheran ancora piu’ vicino all’uscita dall’accordo sul nucleare del 2015 (Jcpoa).

Lo riportano le agenzie iraniane, tra cui Fars, riferendo di quella che sembra la prima risposta all’assassinio del capo del programma nucleare iraniano, Mohsen Fakhrizade, di cui l’Iran ha accusato Israele e gli Usa.

Battezzato ‘Piano di azione strategica per la rimozione delle sanzioni’, il testo era stato presentato in Parlamento i primi di novembre. Tra le altre cose, il disegno di legge prevede che l’Organizzazione per l’energia atomica iraniana aumenti al 20% e oltre il livello di arricchimento dell’uranio (che il Jcpoa limita al 3,67%) e sospenda l’applicazione del cosiddetto ‘Protocollo addizionale degli accordi con l’Aiea’, minando cosi’ la possibilita’ dell’Agenzia di condurre ispezioni nei siti nucleari sospetti.

In una dichiarazione diffusa dai parlamentari iraniani, inoltre, si condanna l’uccisione di Fakhrizadeh come un crimine “del regime sionista a cui la miglior risposta e’ rivitalizzare la nostra brillante industria nucleare mettendo fine all’applicazione volontaria del Protocollo addizionale ed evitare il regime di ispezioni dell’Aiea”.

Intanto il corpo dello scienziato ucciso e’ stato portato al primo al santuario dell’ottavo imam sciita, Reza, nella citta’ nord-orientale di Mashhad e prima della sua sepoltura – prevista per domani al cimitero di cimitero Behesht-Zahra, sara’ esposto anche nel santuario della sorella di Fatima Masoumeh, a Qom, e nel mausoleo dell’imam Khomeini a Teheran. 

Giuliano Longo
Direzione editoriale l'Unità, commissione parlamentare legge editoria 1980. CDA Sipra rai. Direzione comunicazione PCI. Amministratore delegato Paese Sera quotidiano. Direzione editoriale quotidiano Liberazione. Editore di Time out Roma. No Limits supplemento de l'Unità. Direttore editoriale free Press Cinque giorni successivamente Cinque Quotidiano
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments