La ministra delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli in un’intervista a Radio Capital, ha affrontato il nodo della ripresa delle lezioni scolastiche, ammettendo che è necessaria “una riflessione vera sullo scaglionamento degli orari” delle attività produttive e della scuola.

Torna così sulle polemiche suscitate dalle sue dichiarazioni sull’eventualità di un’apertura delle scuole anche il sabato e la domenica. “Ovviamente non mi permetterei mai di dire di tenere le scuole aperte la domenica; io non mi occupo di scuola, questo lo fa bene la ministra Azzolina. Quello che ho detto è che devono cadere i tabù per gli orari” per un “necessario e serio scaglionamento”.  

Ma proprio perché è stata oggetto di polemiche affronta le indiscrezioni su un eventuale rimpasto di Governo ed in particolare sulla responsabilità del suo Ministero   “Al di la del mio coinvolgimento personale – ha aggiunto-  fintanto che c’e’ questa crisi di tipo sanitario credo sia un po’ strano parlare di poltrone. Ci sono cose piu’ importanti da fare”.

Quindi ”Io vado avanti a lavorare con grande tranquillita’ e con grande determinazione nel ministero che ho il piacere, l’onore e l’onere di guidare. E anche il governo dovrebbe andare avanti con la stessa determinazione”. Il suo lavoro, nota la “e’ sotto gli occhi di tutti” e “credo che abbiamo dato grandi risultati”. “Io mi concentro sul mio lavoro, che e’ il mio dovere assoluto – ha aggiunto – anche il sabato e la domenica”.

AGC GreenCom 28 Novembre 2020 11:01