L’Aeroporto di Milano Bergamo progetta una rete di ciclovie che si sviluppa dall’aeroporto e si connette verso le principali direttrici, compreso il collegamento Milano-Monaco. L’emergenza sanitaria che riduce il traffico passeggeri non arresta i programmi di SACBO, il cui presidente Giovanni Sanga sottolinea come il 2020, anno del cinquantennale di costituzione della società di gestione aeroportuale, segna il via all’ampliamento del sistema intermodale con la definizione del collegamento ferroviario tra l’aerostazione di Bergamo e Milano e in più l’estensione al concetto di multimodalità, favorendo l’uso della bicicletta da e per l’aeroporto e prevedendo servizi di custodia, assistenza e rent a bike. “L’aeroporto di Bergamo aspira a diventare bike friendly – ha affermato Giovanni Sanga – attraverso il completamento dell’anello ciclabile intorno al sedime aeroportuale, che sarà portato da 3 a 10 km con un investimento di 2 milioni di euro, e un ulteriore milione di euro per la realizzazione di ulteriori tratti di raccordo con i centri abitati e i percorsi ciclabili già esistenti nei dintorni dell’aeroporto”. SACBO guarda al futuro considerando che i due terzi dei turisti diretti sul territorio arriva dall’estero e che la comunità aeroportuale vede muoversi a regime 10mila lavoratori ogni giorno.

AGC GreenCom 26 Novembre 2020 11:45