Dall’Argentina è giunta della notizia della morte di Diego Armando Maradona, a seguito di un arresto cardiorespiratorio. Il grande campione aveva compiuto da poco i 60 anni

Agli inizi di novembre era stati operato al cervello per rimuovere un coagulo di sangue causato da un ematoma cerebrale, generatosi dopo una caduta. Dopo l’intervento, l’11 novembre, dopo otto giorni di ricovero nella clinica Olivos, Maradona era stato dimesso per poter proseguire il decorso post operatorio tra le mura domestiche. Il Pibe de Oro arrivò al Napoli nell’estate 1984, dopo l’esperienza al Barcellona, per consentire ai partenopei di vincere lo scudetto nel 1987 e 1990. L’apice della sua carriera a Messico ’86, quando segnò con la mano agli inglesi (La mano de Dios) prima di confezionare quella che è considerata la più bella azione da rete di tutta la storia del calcio, e conquistò il campionato mondiale in finale sulla Germania, che si prese la rivincita a Italia ’90 sul fuoriclasse argentino

AGC GreenCom 25 Novembre 2020 16:40