La Giunta comunale di Palermo ha approvato un atto di indirizzo per un avviso pubblico di manifestazione di interesse per l’individuazione di soggetti interessati a svolgere il servizio di car sharing al livello cittadino, aperto a pubblici e privati per affiancare il lavoro già svolto da AMAT.

Le singole flotte per ogni operatore dovranno presentare un minimo di 100 veicoli se dotati di motore endotermico, 50 se elettrico, e dovranno essere introdotti entro 10 giorni dall’avvio del servizio. Il contratto sarà valido per due anni, poi potrà essere rinnovato per altri due.

“Con l’individuazione di nuovi operatori si offre la possibilità di ampliare il servizio di car sharing nella città di Palermo. Un ulteriore tassello che contribuisce a rendere ancora più sostenibile la mobilità urbana. Siamo fiduciosi del fatto che vi saranno soggetti privati che, insieme all’Amat che è stata antesignana del servizio in città, potranno svolgere l’importante servizio di mobilità condivisa”, queste le parole dell’assessore Giusto Catania.

Afferma a sua volta il sindaco Leoluca Orlando: “visto il grande successo e il sempre maggiore interesse per il servizio di AMAT, crediamo che sia ora di ampliare l’offerta ai cittadini, anche in considerazione della sempre maggiore parte di utenti che scelgono la mobilità condivisa rinunciando così alla vettura privata, con una indubbia positiva ricaduta in termini di qualità della vita e decongestionamento del traffico”.

AGC GreenCom 21 Novembre 2020 14:12