martedì, Settembre 21, 2021
HomeEconomiaMIT, De Micheli: più occupati e ore di lavoro nell’edilizia grazie a...

MIT, De Micheli: più occupati e ore di lavoro nell’edilizia grazie a sblocco opere e cantieri aperti

“La crescita degli occupati e delle ore di lavoro nell’edilizia è il frutto di scelte precise: quella di non chiudere i cantieri grazie ai protocolli di sicurezza contro il Covid e l’accelerazione impressa nello sblocco di importanti opere pubbliche”.

Così ha detto in un comunicato ufficiale sulla sua pagina Facebook la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli al momento del rilascio dei dati riguardanti le Casse Edili tra luglio e settembre 2020, che registrano un incremento delle ore lavorate nel settore dell’edilizia (+ 4,4%), dei lavoratori (+13 mila) e della massa salari (+5%) rispetto al 2019. Una cosa possibile, secondo la De Micheli, solo grazie all’impegno continuativo e mai rallentato nonostante la pandemia da Covid-19.

“I numeri confermano quello che abbiamo sempre sostenuto: i cantieri nel nostro Paese non si sono fermati anche nella fase più critica dell’emergenza Covid, attraverso l’applicazione delle linee guida sulla sicurezza nei posti di lavoro costruite insieme al sindacato e alle associazioni datoriali. Dobbiamo ringraziare tutti i lavoratori per la fiducia riposta nelle regole previste dal protocollo e per la loro puntuale applicazione”.

La Ministra ha poi proseguito “In questi mesi sul versante pubblico non abbiamo sbloccato soltanto importanti infrastrutture di rilevanza nazionale per un valore di quasi 9 miliardi, ma abbiamo dato anche la possibilità di accelerare gli appalti sul territorio. Occorre proseguire su questa strada conciliando l’attuazione rigorosa delle misure di prevenzione e anticontagio, con l’esigenza di trasformare in cantieri le ingenti risorse già stanziate.

Una spinta ulteriore al settore delle costruzioni arriverà anche dal piano infrastrutturale messo a punto per i prossimi 15 anni ‘Italia Veloce’, nel quale abbiamo inserito il bando sulla Qualità dell’Abitare che mette a disposizione dei comuni con più di 60mila abitanti 850 milioni di euro per progetti di riqualificazione urbana e per dare una risposta concreta alla domanda di alloggi sociali del nostro Paese”.

Foto di Vincenzo Livieri – LaPresse

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments