Il Gruppo industriale francese Alstom, di fatto “multinazionale”, che opera nel settore delle costruzioni di treni e infrastrutture ferroviarie per il terzo anno consecutivo coinvolge per una settimana in tutto il mondo le proprie persone, insieme a imprese e organizzazioni no profit, in una serie di appuntamenti dedicati all’inclusione lavorativa, all’interno della “We Are All Differently Abled (WADA) Week”. E dal 16 al 20 novembre Alstom in Italia coinvolge i propri collaboratori e diversi ospiti in una serie di appuntamenti online in cui si parla di “abilità diverse”, nell’ottica appunto dell’iniziativa.

Un miliardo di persone, circa il 15% della popolazione mondiale, ha una forma di disabilità, trend che è destinato ad aumentare con l’invecchiamento della popolazione e l’aumento globale delle malattie croniche. Con la WADA Week, dal 16 al 20 novembre, Alstom vuole sensibilizzare le sue persone sui temi della disabilità favorendo politiche di inclusione lavorativa.

Ogni anno la partecipazione alla WADA Week è ampia e sempre in crescita, con migliaia di persone ospiti nelle diverse sedi Alstom a livello globale. In Italia, quest’anno, sono previsti seminari, tavole rotonde e dibattiti online, in cui aziende e terzo settore presenteranno le loro testimonianze raccontando il loro impegno nel riconoscimento della diversità.

“In Alstom ogni giorno diamo valore alla diversità, contribuendo a promuovere l’inclusione delle persone attraverso la valorizzazione delle differenze – ha dichiarato Marco De Rosa, HR Director di Alstom Italia e Svizzera – e la WADA Week, che vede l’Italia protagonista insieme a tanti altri Paesi in tutto il mondo, vuole infatti contribuire a promuovere il valore dell’inclusione lavorativa, anche grazie ad un dialogo costante con realtà aziendali ed esperti del settore che possa portare ad innovare e creare valore”.

La settimana prevede numerose iniziative, che In Italia saranno aperte con una tavola rotonda online insieme a ANMIL e ANMIL Sport – Associazione che assiste, tutela e promuove iniziative di reinserimento lavorativo per le persone con invalidità – in cui verrà raccontato come la pratica sportiva possa diventare fattore di reinserimento sociale.

A livello corporate, il 16 novembre Anne-Sophie Chauveau-Galas, Senior Vice President Risorse Umane di Alstom, apre la settimana premiando le pratiche innovative in materia di Diversity & Inclusion sviluppate in Germania, Belgio, Australia e Francia, all’interno dell’evento online “Siamo tutti diversamente abili“. Mentre il 18 novembre 2020 Pete Stone, esperto di Diversity & Inclusion e fondatore di “Just Different”, parlerà di disabilità attraverso la propria esperienza, in un appuntamento in cui aprire la mente alla diversità.

Promotrice di una mobilità sostenibile, Alstom sviluppa e commercializza soluzioni integrate che costituiscono le basi per il futuro sostenibile dei trasporti. Alstom offre una gamma completa di attrezzature e servizi, da treni ad alta velocità, metropolitane, tram ed e-bus a sistemi integrati, servizi e manutenzione, soluzioni personalizzate, infrastrutture, segnalamento e soluzioni di mobilità digitale. Alstom ha registrato un fatturato pari a 8,2 miliardi di euro e ordini per 9,9 miliardi nell’esercizio fiscale 2019/20. Con sede in Francia, Alstom è presente in oltre 60 paesi e impiega 38.900 persone.

 

AGC GreenCom 16 Novembre 2020 13:11