Dopo i pannelli fotovoltaici, l’illuminazione al LED, l’introduzione di criteri per isolare meglio gli ambienti, la differenziata e l’eliminazione delle sostanze tossiche, da qualche tempo sono state installate le colonnine per la ricarica delle auto. Il Vaticano promette di dismettere gradualmente le auto a benzina a favore delle meno inquinanti auto elettriche.

«Con gli automezzi in dotazione vi è una percorrenza media di circa 6.000 chilometri all’anno; pertanto per noi è conveniente usare l’energia elettrica. Un’autovettura con motore termico non ha ragione di essere per quei chilometraggi, ma finora si è adottato quello che il mercato ha fornito, non avendo alternative valide. Le auto elettriche hanno il vantaggio di non avere emissioni di prodotti incombusti, di avere impatto acustico molto limitato e sono adatte ai pochi chilometri che percorriamo nel piccolo Stato» ha affermato l’ingegnere Roberto Mignucci.

Il progetto prevede di istallare colonnine nei vari siti di interesse, come ad esempio Santa Maria di Galeria, Castel Gandolfo, Santa Maria Maggiore, San Giovanni, San Paolo fuori le Mura e in tutte le sedi che ne facciano richiesta. Per ora l’accesso è riservato solo alle auto istituzionali, ma alla fine del collaudo della rete e dopo la messa a punto del servizio, il servizio sarà accessibile anche ai privati.

AGC GreenCom 11 Novembre 2020 17:40