L’International Energy Agency (IEA), in un report presentato il 13 Ottobre, ha dichiarato che il fotovoltaico è ora la forma di elettricità più conveniente, sia dal punto di vista economico per le società di servizio, sia per il bene del nostro pianeta.

Secondo il rapporto del IEA il costo di produzione di un impianto fotovoltaico è diminuito quasi del 50% rispetto lo scorso anno. Lo stesso documento riporta inoltre una previsione di aumento della produzione di pannelli solari del 43% entro il prossimo ventennio.

Questo incremento significa allo stesso tempo che la tecnologia dei pannelli diventerà sempre più efficiente e che il costo dei quelli base continuerà a diminuire sempre di più. Parlando di numeri per far capire i traguardi importanti del solare, per produrre un MWh col fotovoltaico servono meno di 20€, mentre con il carbone si arriva a superare i 50€.

Tenendo conto di questi dati e degli importi incentivi economici per l’efficientamento energetico promessi dal nostro governo, è facile prevedere che nel prossimo decennio gli investimenti su questa forma di energia incrementeranno esponenzialmente.

AGC GreenCom 28 Ottobre 2020 12:12